venerdì 12 aprile 2013

Andrej Tarkovskij: Il potere del cinema - La mia recensione per il contest



In occasione dell'ottantunesimo compleanno del regista Andrej Tarkovskij, si è aperta dal quattro aprile una mostra al Tecnopolo Tiburtino di Roma. Tra le iniziative per omaggiare e onorare il Maestro, vi è un contest di cinema: le penne emergenti della critica cinematografica italiana si danno battaglia con le loro recensioni sui sette lungometraggi realizzati da Tarkovskij.
Ho deciso di buttarmi in quest'esperienza,  soprattutto per conoscere nomi nuovi, magari al di fuori dei blog di cinema che già frequento con piacere. 
Per questo, ho scritto una breve recensione su uno dei film più enigmatici e misteriosi del regista russo, Lo Specchio, il viaggio di un uomo che fa i conti con se stesso tra sogno, ricordi e immaginazione. Lo Specchio mi ha colpito molto, soprattutto per il modo con cui parla all'uomo e per le modalità tecniche con cui il regista ha costruito il film. 
La mia recensione si trova nella pagina Facebook Andrej Tarkovskij: Il potere del Cinema. Se riceverà tanti "mi piace", andrà dritta in finale. Il vincitore potrà vedere la propria recensione pubblicata tra le pagine della rivista Fabrique du Cinéma

Oltre che segnalare la mia partecipazione al contest, vorrei invitarvi a guardare i film - o almeno un film - di Andrej Tarkovskij: questo regista ha il potere di sovvertire ogni regola di costruzione filmica e sa arrivare nel profondo, con i suoi silenzi, le sue poesie, le sue immaginifiche inquadrature sulla natura e sull'uomo. 

3 commenti:

Mari da solcare ha detto...

Recensione super, come sempre.
Ho messo il mi piace su Facebook!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Che bella recensione... in poche righe hai espresso la fascinazione che ti ha trasmesso questo film! Ovviamente ho già messo "mi piace" :-)

Veronica Mondelli ha detto...

Grazie mille del supporto, ragazze! ^_^