Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Passaggi

Monet si dichiarava sempre insoddisfatto del suo lavoro. Dipingeva in maniera instancabile, posizionandosi nello stesso luogo per lungo tempo. Alla ricerca della luce e dell’aria, dell’atmosfera e dei barlumi fugaci del sole sui colori. Alla ricerca delle impressioni.  Impressione non è solo ritrarre quel momento esatto, quel secondo di luce, quell’istante di colore.   Impressione significa anche e soprattutto catturare l’interstizio, il passaggio, il farsi delle cose e della vita.  L’attimo esatto in cui l’alba diventa giorno e il tramonto diventa notte. L’attimo esatto in cui la pioggia lascia spazio all’arcobaleno, in cui il vento alza un’onda o l’ombra diventa luce. Il punto è che non si tratta di attimi, ma di passaggi di condizione. E sono passaggi così infinitesimali che, pur mettendo una videocamera a riprendere il momento, quel momento, ugualmente, sfugge.  Ecco, siamo arrivati al nocciolo del problema: c’è qualcosa che corre e che noi inseguiamo, con ricordi, pensieri

Ultimi post

Orecchini

Capacità e bellezza

Primavera

I giorni della Merla

Girotondo

La linea della Bellezza

Ordinario straordinario

Ho ricevuto

L’urgenza della nascita

The Kelly Gang