mercoledì 3 dicembre 2008

OLTRE L'IMMAGINE E IL SUONO - L'ultimo dei Mohicani, sequenza finale

"La fonte musicale sfonda le immagini piatte, o illusoriamente profonde, dello schermo, aprendole sulle profondità confuse e senza confini della vita" Pier Paolo Pasolini

Oltre l'immagine e il suono.
Al cinema, vi siete mai chiesti cos'è che, in un certo momento del film, tutto appare assolutamente confuso e perfetto?
Con questo esergo pasoliniano, ogni volta proporrò esempi di cosa voglia dire l'incontro tra immagine e suono. Quando il suono non fa da contorno all'immagine, ma la satura, facendo sì che si apra un varco al senso oltre l'immagine e il suono stessi.

L'ultima scena de L'ultimo dei Mohicani. Film grandioso di Michael Mann.
Prima che facciate partire a casse spiegate la scena che vi propongo sappiate che Nathan (inglese adottato da un Mohicano), suo fratello Uncas e suo padre adottivo Chingachgook hanno appena salvato dal sacrificio degli Uroni le due sorelle Cora e Alice. Ma il capo degli Uroni decide comunque di dare in sposa Alice, la più piccola, a Magua, un Urone corrotto.
Alice è portata via dagli Uroni e Nathan, Uncas, Chingachgook e Cora partono al loro inseguimento. Ora, la sequenza finale, solo immagine e musica.



Che dire?
Meglio stare zitti in queste situazioni.
Solo impressioni, solo emozioni che ti portano in un altrove.
Tu sei altrove ma sei contemporaneamente anche un altro.
Gli sguardi confusi e pieni d'amore tra Alice e Uncas.
Il primo piano di Alice, una delle pagine più belle del cinema mondiale.
Lo stordimento momentaneo dell'Urone.
Il dolore di un padre e di un fratello, il dolore di una sorella.
Uno scenario sconfinato e primordiale, sospeso oltre il tempo, come l'amore detto non detto tra Alice e Uncas.
Chingachgook che chiede agli spiriti dei suoi antenati di essere preso presto, perché ora c'è rimasto solo lui, l'ultimo dei mohicani.
E questa straordinaria, potente musica di Randy Edelman e Trevor Jones Daniel Lanois.

Un consiglio: guardatelo su un televisore da 42 pollici, completamente al buio.
Ogni volta che vedo questa scena le lacrime mi scendono senza che me ne accorga.
Buona Visione.

Nessun commento: