lunedì 23 marzo 2009

PROIEZIONI NOTTURNE - Watchmen



La prova che fare il regista è uno dei mestieri d'arte più difficili...
Watchmen non sarà come 300, perché 300 è oltre, ma la cosa che più mi ha colpito del nuovo film di Snyder è il modo con cui si è egregiamente destreggiato in una storia difficilissima e intricatissima, riuscendo sempre a contenere le sue scelte formali e disseminando qua e là una serie imprescindibile di tratti d'autore nonché autocitazioni (compresa una scena di sesso dalla fotografia blu, con la luna gigantesca, che molto ricorda quella di Leonida e Gorgo).
E' evidente che a Snyder piaccia confrontarsi con personaggi che hanno un punto di vista critico e assoluto sulla realtà. Delio in 300, Rorsharch in Watchmen. Tra i due c'è una grande differenza (che ho trovato solo grazie al confronto con Alessandro): entrambi raccontano della propria società, ma in modo diverso. Delio la esalta, Rorsharch la demolisce. Entrambi, però, usano un linguaggio molto forbito e articolato e vogliono spingere all'azione, affinché la società migliori. Delio ha un occhio bendato, Rorsharch è l'unico "eroe" senza volto. Tutti e due fanno da controcanto ad una società che non condivide i loro stessi valori e tutti e due usano, oltre che le parole, la violenza. Tuttavia Delio e Rorsharch hanno destini diversi, probabilmente segno delle diverse epoche in cui vivono...

Rorsharch è il vero protagonista del film, è il personaggio meglio caratterizzato, il più complesso, quello a cui sono dedicate le scene più forti, violente e metacinematografiche. Mi faceva notare questo sempre Alessandro, parlando della scena nel bagno del carcere...

E infine - perchè se continuo a parlare svelo troppe cose e i film vanno visti! - credo che non sia un caso se Snyder abbia scelto una storia il cui titolo contiene il verbo "guardare". Watchmen sono gli uomini che guardano e proteggono la gente, ma, come viene scritto sui muri, nel periodo di maggiore crisi civile, "Who watches the watchmen?" Chi guarda gli watchmen? Essi stessi sono umani, persone con enormi problemi mentali e personali. Rorsharch si pone il compito di scrivere nel suo diario per controllarli... Delio guarda il mondo del suo re e lo racconta portandolo alla vittoria...

1 commento:

Alessandro ha detto...

Un'altra perla nel tuo blog! Complimenti ;)