Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Imperfezioni

  “ Bisogna sempre guastare un po’ il quadro per finirlo”, scriveva Delacroix. E anche: “l’artista che mira alla perfezione in tutto, in nulla la raggiungerà”. Alcune tra le opere più belle ed emozionanti di Michelangelo Buonarroti sono quelle non finite, in cui la pietra, lasciata scabra, rivela i dettagli nascosti di una possente anatomia che tenta di liberarsi. Caravaggio guarda il mondo attraverso una lente di ingrandimento e una luce quasi scientifica, eppure tutta quella spiritualità viene “sporcata” dalla realtà. Potrei continuare all’infinito. Il punto è sempre il medesimo: noi guardiamo alle opere d’arte come perfetti capolavori inarrivabili; gli artisti guardano alle loro opere con la consapevolezza dell’imperfezione, a volte ambita, altre rifuggita e con la quale, sempre, devono fare i conti. Nulla è perfetto. La perfezione non esiste e, anzi, è anche fastidiosa. Ogni vera opera d’arte è “sporcata” - guastata - da qualcosa per essere davvero tale. Questo sporco può essere u

Ultimi post

Spazi e calore

Prelude 21/12

Il mondo di Tim Burton

Fare, crescere

Giornata di Sole

Scrivere e leggere

Ritorno al futuro day

Ho deciso

Heartstopper

Barbie The Movie