Settembre/autunno

 Settembre è una sorta di capodanno e il passaggio all’autunno lo è ancora di più.

Purtroppo settembre si trascina con sé ancora troppa estate: inizia l’anno nuovo, ma fa ancora caldo, si è storditi dal passaggio dalla vacanza alla routine, vorremmo mangiare zucca e castagne, ma ancora ci sono i meloni e i cocomeri. 

Settembre dovrebbe segnare un nuovo ingresso eppure è profondamente ossimorico. 


Non amo particolarmente l’estate e quando settembre continua a essere estivo le energie si disperdono. Vorrei prendere il ritmo, ma il ritmo non arriva e continuamente tante inezie si insinuano nel percorso e ritardano la partenza.

Persino il mio lievito madre risente troppo del caldo e tende a stracciarsi nonostante le cure. 

Il lievito, anziché avere una struttura sostenuta, si adagia su se stesso, si fa liquido e non arioso, pieno di sostanza ed energia, e si affievolisce, inacidito. È forse troppo stanco, troppo accaldato dal lassismo di un’estate afosa e impantanata.


Quindi, attendiamo ottobre, sperando porti un po’ d’aria frizzante e leggera.


Commenti